Il legno lamellare è materiale strutturale con un’elevata solidità e resistenza statica. Esso nasce dall’applicazione di due diverse tecnologie, cioè la lamellazione e l’incollaggio. È costituito da lamelle di legno massello, di dimensioni in genere non superiori ai 2 cm, incollate tra loro per formare travi di varie dimensioni e spessori. La tecnica di lamellazione permette di eliminare tutte le parti difettose scartando le discontinuità della materia prima allo stato grezzo. L’incollaggio, invece, serve a creare un collegamento meccanico tra le fibre il più simile possibile allo stato iniziale. Le travi legno lamellare non hanno una lunghezza massima prefissata per legge. Esse inoltre possono essere curvate a seconda delle esigenze richieste. Il legno lamellare è un materiale idoneo a numerosi campi di applicazione dal residenziale fino a strutture complesse con ampie luci come palazzetti per lo sport.

Il legno massiccio si ricava dal centro dell’albero, ossia la parte più resistente e massiccia del tronco. Con questa sezione si possono realizzare travi o mobili senza ricorrere all’uso di sostanze chimiche che alterare la sua naturalezza. A differenza di prodotti come il legno lamellare o il cross lam, il legno massello viene considerato come mero materiale. Il legno massello però essendo ricavato direttamente dalla pianta prevede innanzitutto un periodo di essiccatura che ne comporterà un ritiro dimensionale e sempre per lo stesso motivo non si possono raggiungere delle luci troppo elevate dato che la lunghezza della trave dipende dall’altezza della pianta oggetto di taglio. Il legno massiccio trasformato in trave resiste molto bene a compressione  e a trazione.

Legno Lamellare

Legno massiccio

  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon
Vallestrona energy house srl unipersonale - Via per Castelletto Cervo 316 - Cossato (BI) - P.IVA 02494260025 - R.E.A. BI-192083 - cap. soc. € 10000 i.v. - tutti i diritti riservati